Registrati Home  ·  La partita  ·  Campionato  ·  Classifica  ·  Statistiche
Il Club

·Chi siamo
·Il consiglio direttivo

Gallery

·Indice
·Le partite
·I protagonisti
·Tifo & Turismo
·Immagini & Ricordi
·I video
·Gli audio

Lo stadio che verrà


La storia del Savona

La storia del Savona
· Tutti i campionati
· Tutti gli avversari

Utenti online
In questo momento ci sono, 22 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Provenienza visite
free counters

News

·Archivio articoli
·Argomenti
·Cerca
·Invia news
·Top 10

Utility

·Web Links
·Tuo account
·Segnala SavonaClub.it
·Contatti
·AvantGo

Area Riservata

·Russopoli
·Le figurine del Corriere
·Il francobollo del 1959
·L'invito del 1947
·I "gettoni sport" D.E.A.
·La giostra dei foot-ballers
·La tessera del 1920
·La figurina del '42-'43
·Giochi on line

Meteo

Il Meteo di Savona
Clicca per vedere
by LIBERO.it

Viabilità
Autostrada dei Fiori SpA
Clicca per vedere

Autostrade SpA
Clicca per vedere

VOI COSA CI METTETE?
Postato Sunday, 06 August ore 09:58 di FabioParodi

Quello che gli altri non dicono

Visto che loro ci mettono i soldi…



Nella storia di ogni società ci sono momenti-clou, istanti nei quali si condensano anni di progetti veri e finti, di parole spesso al vento. Ieri è stato uno di quegli istanti.
Dopo aver passato il campionato scorso a salameleccare, lisciare, coccolare i pochi tifosi ancora vogliosi di seguire una società priva di ambizioni fra i dilettanti, ieri c'è stata la prima clamorosa rottura. In effetti, nel rapporto Savona-tifosi qualcosa era cambiato già dal giorno in cui a Massa venne esposto l'eloquente striscione “Siciliano non si tocca”, segno della stima incondizionata che il tecnico piemontese era riuscito a ritagliarsi fra gli appassionati, ma non fra la dirigenza: da quel momento lì i tifosi non erano più stati “compatti”, “meravigliosi”, “eccezionali” e via di superlativi, ma avevano cominciato a diventare “poco presenti”, “distaccati”. Fino al confronto di ieri pomeriggio.
Fino al momento in cui, messo alle strette dalle rimostranze della tifoseria per aver concesso lo stadio (si dice a titolo gratuito) al Genoa per l'amichevole di stasera, il presidento non se n'è uscito con una frase che resterà scolpita nella pietra: “Io ci metto i soldi, voi cosa ci mettete?”. Fosse stato qualche tempo fa, la risposta sarebbe stata più che esauriente nel giro di qualche istante, ieri la situazione (complice anche l'amichevole incombente) non è degenerata oltre il lecito.
Ma la frase resta, una frase che neanche Mimmo Russo (che pure sputava alla gente e pensava che il Savona fosse biancoazzurro) si è mai sognato di pensare. Una frase che dà l'esatta dimensione dei parametri nei quali si muove questa dirigenza, dei loro valori: chi ci mette i soldi fa quello che vuole, e più ce ne mette e più fa come gli pare. Per cui, un domani, non stupiamoci se il Savona giocherà con una maglia verde e viola a strisce orizzontali: loro ci mettono i soldi e fanno quello che vogliono. Punto.
Ma voi che ancora segui(va)te, noi che restiamo a casa per evitare di farci del sangue marcio ogni due per tre... voi, noi cosa ci mettiamo? Ci mettiamo la passione, ci mettiamo l'attaccamento ai colori, ci mettiamo la voglia di inventarci iniziative, di tifare, persino di credere alla buona fede di certe dichiarazioni? E quanto vale tutto ciò, in soldoni? Loro spendono dei soldi, noi al massimo spendiamo del tempo perché abbiamo del tempo da spendere. Ma una banca, quanto paga il tempo speso? Sono i soldi che muovono il mondo, signori cari, e i soldi che spendiamo noi sono quelli del biglietto o del pullman per andare in trasferta. Bello sforzo! E delle gente che mette questi quattro spiccioli avrebbe anche il coraggio di stare a questionare su cose che non li riguardano? Pretendendo di confrontarsi con persone che ci mettono dei soldi? Dei soldi veri??
Chissà se mai qualcuno si ricorderà che se il Savona esiste da 110 anni non è solo per i soldi, ma per la passione, per l'amore riversato su questi colori da migliaia, decine, forse centinaia di migliaia di persone che in questo secolo e oltre hanno fatto sì che la fiammella non si spegnesse mai, neanche quando erano finiti i soldi.
Chissà se mai qualcuno si ricorderà che i tifosi sono persone dotate di un cervello e non burattini da far muovere a seconda della propria convenienza, a cui raccontare le balle più inverosimili (regolarmente denunciate dall'unica voce fuori dal coro e perciò invisa, vale a dire questo sito).
Chissà se mai qualcuno si ricorderà che il calcio esiste perché esistono i tifosi: se ne sono accorti persino in FIGC e hanno deciso di abolire la tessera del tifoso. Ma si sa, a Savona siamo sempre un po' indietro...


 
Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Links Correlati
· Inoltre Quello che gli altri non dicono
· News by FabioParodi


Articolo più letto relativo a Quello che gli altri non dicono:
QUELLO CHE GLI ALTRI NON DICONO


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 4.22
Voti: 9


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico


Argomenti Correlati

Quello che gli altri non dicono


 

© 2002 Copyright by "Savona Club Gazzano WebGroup"
www.savonaclub.it - Sito ufficiale del Savona Club Giuliana Gazzano
Savonaclub.it è attivo dal 11/07/2002, non ha periodicità regolare, ma è aggiornato secondo la disponibilità del materiale.
Hosted by "Aruba.it" - Created by "Savona Club Gazzano WebGroup"

PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.