Registrati Home  ·  La partita  ·  Campionato  ·  Classifica  ·  Statistiche
Il Club

·Chi siamo
·Il consiglio direttivo

Gallery

·Indice
·Le partite
·I protagonisti
·Tifo & Turismo
·Immagini & Ricordi
·I video
·Gli audio

Lo stadio che verrà


La storia del Savona

La storia del Savona
· Tutti i campionati
· Tutti gli avversari

Utenti online
In questo momento ci sono, 21 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Provenienza visite
free counters

News

·Archivio articoli
·Argomenti
·Cerca
·Invia news
·Top 10

Utility

·Web Links
·Tuo account
·Segnala SavonaClub.it
·Contatti
·AvantGo

Area Riservata

·Russopoli
·Le figurine del Corriere
·Il francobollo del 1959
·L'invito del 1947
·I "gettoni sport" D.E.A.
·La giostra dei foot-ballers
·La tessera del 1920
·La figurina del '42-'43
·Giochi on line

Meteo

Il Meteo di Savona
Clicca per vedere
by LIBERO.it

Viabilità
Autostrada dei Fiori SpA
Clicca per vedere

Autostrade SpA
Clicca per vedere

SEMPRE E SOLO MENZOGNE
Postato Monday, 24 April ore 15:58 di FabioParodi

Quello che gli altri non dicono

Chi ha paura dell'uomo nero?



Questo articolo viene pubblicato “postumo”, in modo da evitare che fosse utilizzato come patetica scusante da chi è da inizio stagione che cerca scuse credibili (e ancora non le ha trovate).
Qualche giorno fa, in occasione dell'inutile vittoria contro il Gavorrano, il d.s. savonese si è lanciato in una sorta di filippica contro “tutti quelli che non ci hanno portato rispetto”.
Mah. A parte il fatto che se i non meglio identificati mancati portatori di rispetto sono tanti (come si sente dalle sue parole), prima ancora di gettare accuse al vento magari sarebbe il caso di darsi una guardatina allo specchio, perché chi si sente l'unico nel giusto circondato da una massa nel torto spesso e volentieri è nella situazione opposta… A parte questo fatto, comunque, sarebbe opportuno cominciare a capire che il rispetto non è una cosa dovuta perché sì, ma un qualcosa che si dà e si ottiene in cambio.
Ad esempio, sarebbe opportuno che questa pseudo-dirigenza portasse rispetto alla storia del Savona (leggi qui), partecipando a tutti gli eventi, siano essi gioiosi o no, non solo quelli nei quali si scrocca qualcosa; o che portasse rispetto alla tradizione, evitando che i ragazzini indossino delle divise che nulla hanno a che vedere con la nostra maglia, più adatte alle giovanili della SPAL; o anche portare rispetto a quella variegata massa di “nemici” che va dai tifosi ai vertici federali (passando attraverso le mille sfaccettature che compongono il mondo del pallone) evitando di raccontar loro balle su balle, pensando che vivano tutti arrampicati sugli alberi.
Magari confessando che dopo che l’allenatore aveva chiesto, e trovato, i rinforzi necessari per vincere un campionato di livello ridicolo, all’ultimo momento gli sono stati negati, con i risultati sotto gli occhi di tutti. E perché gli sono stati negati? Perché, a differenza di quanto blaterato per anno intero, non c’era nessuna volontà di salire o perché la società non aveva la capacità economica per sopportare gli “sforzi finanziari”? Che sia una ragione o l’altra chi detiene i poteri decisionali, sia esso un paravento o no, dovrebbe avere il buon gusto di rendersi conto dell’inadeguatezza del proprio operato, ammettere una buona volta la propria incapacità, farsi carico personale dei debiti accumulati e lasciare la società. Mollare le chiavi al Sindaco e andarsene con la coda fra le gambe. Questo sarebbe un segno di rispetto nei confronti del Savona e di Savona.
Invece no, tutti lì a cercare scuse di ogni tipo: dai tifosi “mugugnoni”, agli avversari inveleniti da chissà cosa, la stampa che non scrive che va tutto ben madama la marchesa, vertici federali disattenti, arbitri cornuti. A quest'ultimo proposito, c'è una storia da raccontare: si è molto parlato di presunti “torti arbitrali”, senza che nessuno si sia posto una semplicissima domanda. Partiamo dal presupposto che gli arbitri siano effettivamente in malafede (e non scarsissimi come impone la categoria) nei confronti dei biancoblù: perché?
Secondo voi, di fronte alla prospettiva di veder comparire di nuovo una società che è stata penalizzata, multata e i suoi dirigenti deferiti più volte per:
-Illecito sportivo
-Responsabilità oggettiva in quanto suoi tesserati scommettevano su proprie e altre partite
-Non avere pagato gli stipendi nei termini
-Non avere pagato i contributi nei termini
-Non avere presentato le fideiussioni nei termini
Secondo voi, in Lega Pro sarebbero stati contenti di rivedersi davanti le stesse identiche persone, sempre alla guida della stessa identica società? O non avrebbero tentato in ogni modo di tenerla lontana dalla categoria? Queste sono le domande che dovrebbe farsi chi sostiene che gli arbitri sono in malafede. Gli altri sanno che il problema della classe arbitrale parte dai vertici e il Savona non è altro che un bruscolino in una situazione molto più complessa.
Il rispetto, però, si ottiene anche non andando a dire che i vertici societari sono cambiati, quando non è palesemente vero. Perché le visure si fanno a Savona come a Firenze...
Mettersi a gridare sul mancato rispetto da parte di “altri” è solo l'ennesimo, squallido tentativo di rigettare le proprie gravissime colpe riguardo un fallimento che era evidente già a luglio dell'anno scorso. Mettiamoci comodi però, fra un paio di mesi comincerà un nuovo teatrino e vedremo cosa sarà in grado di offrirci il “Circo dei Cavalieri”.


 
Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Links Correlati
· Inoltre Quello che gli altri non dicono
· News by FabioParodi


Articolo più letto relativo a Quello che gli altri non dicono:
QUELLO CHE GLI ALTRI NON DICONO


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 1.66
Voti: 24


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico


Argomenti Correlati

Quello che gli altri non dicono


 

© 2002 Copyright by "Savona Club Gazzano WebGroup"
www.savonaclub.it - Sito ufficiale del Savona Club Giuliana Gazzano
Savonaclub.it è attivo dal 11/07/2002, non ha periodicità regolare, ma è aggiornato secondo la disponibilità del materiale.
Hosted by "Aruba.it" - Created by "Savona Club Gazzano WebGroup"

PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.