Registrati Home  ·  La partita  ·  Campionato  ·  Classifica  ·  Statistiche
Il Club

·Chi siamo
·Il consiglio direttivo

Gallery

·Indice
·Le partite
·I protagonisti
·Tifo & Turismo
·Immagini & Ricordi
·I video
·Gli audio

Lo stadio che verrà


La storia del Savona

La storia del Savona
· Tutti i campionati
· Tutti gli avversari

Utenti online
In questo momento ci sono, 43 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Provenienza visite
free counters

News

·Archivio articoli
·Argomenti
·Cerca
·Invia news
·Top 10

Utility

·Web Links
·Tuo account
·Segnala SavonaClub.it
·Contatti
·AvantGo

Area Riservata

·Russopoli
·Le figurine del Corriere
·Il francobollo del 1959
·L'invito del 1947
·I "gettoni sport" D.E.A.
·La giostra dei foot-ballers
·La tessera del 1920
·La figurina del '42-'43
·Giochi on line

Meteo

Il Meteo di Savona
Clicca per vedere
by LIBERO.it

Viabilità
Autostrada dei Fiori SpA
Clicca per vedere

Autostrade SpA
Clicca per vedere

SE TORNANO I FANTASMI DEL PASSATO
Postato Tuesday, 17 January ore 19:38 di FabioParodi

Quello che gli altri non dicono

Tutti insieme nello stesso giorno



Per due giorni gli sportivi biancoblù non hanno parlato d’altro: da quando, cioè, si è sparsa la voce che B&C erano alla partita del Savona. Sia stata una casualità, sia stata una provocazione, sia stato un modo per tornare a stringere antichi legami non del tutto recisi, o chissà quale altra motivazione avesse la loro presenza al campo, da domenica pomeriggio è stato tutto un susseguirsi di telefonate, messaggi, chiacchiere a far da corollario alla (giusta) reazione furibonda dei tifosi presenti. Una ferita ancora ben lungi dall’essersi rimarginata, è stata improvvisamente cosparsa di sale da una “visita” che definire fuori luogo è un eufemismo. Troppo poco tempo è passato perché qualcuno possa avere già dimenticato e se c’è chi l’ha fatto, guardatevi da lui perché non è persona della quale fidarsi.
Come tutte le azioni che hanno reso tristemente famosa la coppia, anche questa si è dimostrata improvvida e mal pensata: con tutte le partite in programma quel giorno in terra toscana, da Fiorentina-Juventus in giù, proprio nel paesetto in cui giocava il Savona dovevano presentarsi? Proprio, tra l’altro, nel giorno in cui nubi nerissime si stavano già addensando all’orizzonte biancoblù? Perché i fantasmi del passato non si fermano ai due taroccatori da bar (Ambra), ma hanno cominciato a muovere i loro passi nei giorni precedenti: esattamente dal momento in cui è stata cancellata la trasferta al sabato in Toscana, sostituita con una sveglia antelucana la domenica mattina “per risparmiare sui costi”.
Ora, se una società o i suoi appartenenti non hanno in cassa i 2.000 euro necessari per pagare una notte in albergo, delle 3 totali richieste dalle distanze di questo campionato interprovinciale o poco più, vuol dire che siamo alle solite: a un passo dal fallimento. Ma dato che questa ipotesi è stata ancora recentemente respinta con sdegno, durante un incontro con i tifosi che chiedevano spiegazioni sulla non-campagna acquisti, si apre l’unica alternativa plausibile: come già l’anno scorso e quello precedente, la società “gioca” contro la propria squadra e il proprio allenatore. Al primo tentativo, come sappiamo, era andata male, ma al secondo tra stipendi e contributi non pagati, ricorsi non effettuati, avvocati che non si presentavano ai processi, sono stati accumulati tali e tanti punti di penalizzazione da rendere inutile il pur lodevole impegno di quanti, nel calcio, sono abituati a mettere i valori dello sport davanti a tutti gli altri.
A Savona, purtroppo, non funzionava così e sembra non continui a farlo: di fronte a una squadra e un allenatore che con pochi ritocchi avrebbero potuto giocarsela per puntare alla serie C, si è preferito sì snellire la squadra da qualche peso morto ma senza rimpiazzarlo con quei 3 (dicesi tre) giocatori in grado di far compiere il salto di qualità a tutto il gruppo, anzi lasciando San(dro) Siciliano con la rosa ulteriormente ristretta dai pochi arrivi.
Non paghi, al fine di scongiurare una volta per tutte il ritorno fra le concorrenti che si giocheranno la promozione, ci si è ingegnati a rendere il più disagevole possibile una delle trasferte più lunghe del campionato: il punto conquistato è già tanto, viste le premesse. Per quelle brevi si staranno studiando qualche viaggio sulle corriere di linea o, non dovesse bastare, a dorso di mulo. Non ci fosse da piangere, ci sarebbe da ridere.


 
Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Links Correlati
· Inoltre Quello che gli altri non dicono
· News by FabioParodi


Articolo più letto relativo a Quello che gli altri non dicono:
QUELLO CHE GLI ALTRI NON DICONO


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 1.57
Voti: 21


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico


Argomenti Correlati

Quello che gli altri non dicono


 

© 2002 Copyright by "Savona Club Gazzano WebGroup"
www.savonaclub.it - Sito ufficiale del Savona Club Giuliana Gazzano
Savonaclub.it è attivo dal 11/07/2002, non ha periodicità regolare, ma è aggiornato secondo la disponibilità del materiale.
Hosted by "Aruba.it" - Created by "Savona Club Gazzano WebGroup"

PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.