Registrati Home  ·  La partita  ·  Campionato  ·  Classifica  ·  Statistiche
Il Club

·Chi siamo
·Il consiglio direttivo

Gallery

·Indice
·Le partite
·I protagonisti
·Tifo & Turismo
·Immagini & Ricordi
·I video
·Gli audio

Lo stadio che verrà


La storia del Savona

La storia del Savona
· Tutti i campionati
· Tutti gli avversari

Utenti online
In questo momento ci sono, 33 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Provenienza visite
free counters

News

·Archivio articoli
·Argomenti
·Cerca
·Invia news
·Top 10

Utility

·Web Links
·Tuo account
·Segnala SavonaClub.it
·Contatti
·AvantGo

Area Riservata

·Russopoli
·Le figurine del Corriere
·Il francobollo del 1959
·L'invito del 1947
·I "gettoni sport" D.E.A.
·La giostra dei foot-ballers
·La tessera del 1920
·La figurina del '42-'43
·Giochi on line

Meteo

Il Meteo di Savona
Clicca per vedere
by LIBERO.it

Viabilità
Autostrada dei Fiori SpA
Clicca per vedere

Autostrade SpA
Clicca per vedere

ERA IL SAVONA
Postato Tuesday, 19 July ore 08:36 di MassimoBochiolo

Rassegna stampa

Era semplicemente Claudio Bosano



È morto Bosano, era la vera anima del Savona calcio
Trovato nello stadio dove spesso dormiva. Domani alle 10.30 il funerale laico allo stadio Bacigalupo. Centinaia di commenti sui social network

SAVONA. Aveva fondato gli Ultras Savona nel 1972. Al suo fianco Sergio Fiorito e Claudio Strinati. E ne era diventato l’anima, il simbolo, il capo storico. Claudio Bosano, 59 anni, era il Savona calcio. Dagli anni duemila (epoca Piro) aveva poi saltato la barricata accettando la proposta di fare il magazziniere. Da quel momento è diventato un punto di riferimento per i calciatori. E non solo.
Claudio se ne è andato ieri mattina in quello stadio che è stato la sua vita. In silenzio, da solo, senza trovare l’aiuto di nessuno. Il suo corpo senza vita è stato ritrovato dal segretario Giachello, ieri mattina, davanti alle sue “odiate” lavatrici. Un malore improvviso se l’è portato via a conclusione di un anno nero per la grande famiglia del Savona: Nico Del Buono, Elisa Filippi, Reganissu, Stefano Persenda, Andrea Testa, Lucio Colantuoni.
«Ciao Claudio….amico sincero, ultras vero» lo hanno ricordato i tifosi ieri a loro modo: un lenzuolo bianco a campeggiare dalla tribuna. Gli onori da capo Ultras più che per il magazziniere. E dopo la scomparsa, tragicamente analoga, di Danilo Perachino la gradinata biancoblù si ritrova di fronte ad un nuovo dolorosissimo lutto. Tutti saranno al Baci, domani mattina alle 10.30 per rendere il saluto laico a Claudio.
Bosano si stava preparando per l’ennesimo ritiro. Con la nuova dirigenza aveva rinnovato il contratto (tra tre anni sarebbe andato in pensione) ed aveva cominciato a lavare maglie e tute. La morte lo ha ingannato quando anche l’aspetto lavorativo sembrava essersi messo a posto e le notti passate allo stadio un lontano ricordo.
La notizia del decesso ha fatto ben presto il giro della città. Centinaia i messaggi di cordoglio giunti alla società e i ricordi affidati ai social network da quasi tutti i giocatori che ha conosciuto. Toccante il messaggio di Matteo Candolini, quello di Bobo Pilleddu, Amedeo Di Latte. «Sono costernato, a uno così come fai a non voler bene?» commenta attonito il ds savonese Roberto Canepa. «Non è possibile» il commento di Cristiano Giuntoli che come tanti lo conosceva bene. Claudio era un buono. Tanti i mugugni e qualche smoccolamento per le avversità, soprattutto economiche, della sua vita privata. Soprattutto quando, in tempi non troppo lontani, gli stipendi (unica sua fonte di reddito) non arrivavano puntuali e lui si trovava in difficoltà con il pagamento dell’affitto. «Pensa che per non affrontare il padrone di casa, col quale sono indietro di alcuni mesi di pigione, dormo qui» aveva confidato agli amici.

Riccardo Fabri
Giovanni Ciolina


Savona, ecco il portiere Prisco
Ha giocato nella Pergolettese

SAVONA. Arriva sulle sponde del Letimbro, uno degli “l’enfant prodige” promessi da Roberto Canepa e caldeggiati dal trainer Maurizio Braghin. Armando Prisco, 20 anni, scuola Genoa, un’esperienza con la maglia azzurra dell’under, l’anno scorso alla Pergolettese (21 presenze), ha firmato ieri per il Savona.
Prisco è ritenuto dagli addetti ai lavori tra gli estremi difensori più promettenti della sua età nel panorama nazionale. Canepa e Braghin in tarda serata, hanno incontrato anche Taddei e non è escluso che oggi si possa avere l’ufficialità del ritorno dell’ex centrocampista biancoblù, un giocatore molto apprezzato dallo staff tecnico savonese.

Riccardo Fabri

Fonte: www.ilsecoloxix.it


 
Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by MassimoBochiolo


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
RASSEGNA STAMPA


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico


Argomenti Correlati

Rassegna stampa


 

© 2002 Copyright by "Savona Club Gazzano WebGroup"
www.savonaclub.it - Sito ufficiale del Savona Club Giuliana Gazzano
Savonaclub.it è attivo dal 11/07/2002, non ha periodicità regolare, ma è aggiornato secondo la disponibilità del materiale.
Hosted by "Aruba.it" - Created by "Savona Club Gazzano WebGroup"

PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.